La storia del Grand Hotel Ortigia

a Siracusa dal 1890

Costruito a fine Ottocento, l'edificio ha ormai più cent'anni di vita, e seppure è stato completamente ristrutturato nel 1995, mantiene inalterate le originarie linee architettoniche e il fascino del sul Liberty. Al suo interno si conservano in perfetto stato le Mura Spagnole (Sala Bastione) e altri reperti archieologici nell'area cosiddetta "Piccolo Museo".

"Per una storia del Grand Hotel da fine '800 agli anni '30 di Salvatore Adorno"

CONTINUA...
TRACCE DALLA RELAZIONE STORICA ALLEGATA AL PROGETTO DI RESTAURO E RISANAMENTO CONSERVATIVO OPERATO TRA IL '91 ED IL'95.
Le origini del Grand Hotel si collocano in una congiuntura particolarmente significativa della storia contemporanea di Siracusa : gli anni immediatamente successivi all'abbattimento delle fortificazioni cinquecentesche che cingevano l'isola di Ortigia.
(...) La demolizione delle mura fu un evento dirompente carico di valenze simboliche ed apriva nuove prospettive di espansione urbana e di affermazione delle nuove elites sociali (...) Agli inizi del nuovo secolo inizia così a rendersi evidente (...) l'intreccio tra cultura, turismo ed imprenditorialità (...) il Grand Hotel ne diventa un simbolo... La prima notizia della inaugurazione del Grand Hotel è della Gazzetta di Siracusa del 20 Gennaio del 1900. Il titolo recita : Serate musicali danzanti al Grand Hotel e poi di seguito : "Le serate musicali al Grand Hotel si succedono assomigliandosi per la buona musica che si eseguisce per il brio che vi regna sovrano e per l'affratellamento tra la colonia straniera e indigena" (...) Certo è che da allora il Grand Hotel inizierà a riempire le pagine della pubblicità e della cronaca cittadina (...) Nella cornice liberty della Sala dei Fiori e dei Cristalli (ora Sala Athena) i borghesi e gli aristocratici locali, insieme ai turisti di passaggio, potevano assistere alle prime proiezioni cinematografiche, e le "Signore eleganti" potevano ammirare le sfilate di moda realizzate dalle migliori sartorie nazionali ed internazionali (...) Una calibrata miscela di turismo, affari e mondanità sembra collocare il Grand Hotel in uno degli snodi più frequentati e più dinamici della vita sociale della allora città in espansione ... Negli anni dal 1991 al 1995 l'albergo subisce un profondo intervento di restauro conservativo volto, da un lato, al ripristino delle originarie architetture e, dall'altro, alla ottimizzazione degli spazi esistenti (seminterrati) nonché all'acquisizione di nuovi (roof - garden) ... Adesso, a pochi metri dal mare, nell'ambito di una delle zone naturalisticamente più belle del Mediterraneo, in un ambiente carico di storia e di gloriose vicende passate, il Grand Hotel continua a fare ospitalità con la stessa eleganza e discrezione dei suoi primi albori. Le camere, lussuosamente arredate e con vista sul mare, sono dotate di : telefono diretto, cassaforte con combinazione elettronica, aria climatizzata, TV color satellite, radiodiffusione sveglia automatica, frigo bar. La struttura è inoltre dotata di : camere per disabili, sale riunioni, salette conferenze, bar collocato nell'antica cisterna, ristorante roof - garden con vista sul Porto Grande e del Lungomare di Ortigia , spiaggia privata servita da navetta.

Camera Doppia

TV Satellitare a schermo piatto, Sky, Telefono, WI FI gratuito, Mini Bar, Aria Condizionata regolabile, cassaforte con codice personalizzato, Asciugacapelli, Accappatoi, Pantofole, un elegante linea cortesia, servizio in camera

TV Satellitare a schermo piatto, Sky, Telefono, WI FI gratuito, Mini Bar, Aria Condizionata regolabile, cassaforte con codice personalizzato, Asciugacapelli, Accappatoi, Pantofole, un elegante linea cortesia, servizio in camera

TV Satellitare a schermo piatto, Sky, Telefono, WI FI gratuito, Mini Bar, Aria Condizionata regolabile, cassaforte con codice personalizzato, Asciugacapelli, Accappatoi, Pantofole, un elegante linea cortesia, servizio in camera

TV Satellitare a schermo piatto, Sky, Telefono, WI FI gratuito, Mini Bar, Aria Condizionata regolabile, cassaforte con codice personalizzato, Asciugacapelli, Accappatoi, Pantofole, un elegante linea cortesia, servizio in camera

Aretusa Suite
Alfeo Suite
Junior Suite vista mare
Junior Suite
Doppia Superior
Doppia vista mare
Doppia
Singola

Siracusa e Ortigia

uno scenario incantevole

Ortigia - La Marina

Proprio accanto all'Hotel si trova la Porta Marina, che consentiva l'ingresso alla città attraverso le antiche fortificazioni spagnole e conserva tracce del periodo catalano in una lavoratissima edicola, dove la pietra diventa elemento floreale in ogni parte lavorata e traforata. La passeggiata della Marina, famosa per i suoi tramonti, apre la strada al percorso che costeggia tutta l'isola di Ortigia

Piazza Duomo

Poco distante dall'Hotel, a circa 10 minuti di cammino, Piazza Duomo con la cattedrale edificata sulle colonne del tempio greco di Atena (Minerva).
Nella piazza si trovano alcuni dei palazzi più importanti del barocco siciliano come Palazzo Vermexio, sede del governo cittadino, e Palazzo Beneventano del Bosco.
Altro importante monumento del barocco è la chiesa di Santa Lucia alla Badia che si erge sul lato sud della piazza.


Tempio di Apollo

Il tempio di Apollo (Apollónion) è uno dei più importanti monumenti di Ortigia, antistante alla piazza Pancali a circa 500 metri dall'Hotel.
Esso è databile all'inizio del VI secolo a.C. ed è quindi il tempio dorico più antico della Sicilia o quanto meno il primo corrispondente al modello che si andava affermando in tutto il mondo ellenico di tempio periptero con colonne di pietra.
Il tempio subì diverse trasformazioni: fu chiesa bizantina, di cui si conserva la scalinata frontale e tracce di una porta mediana, e poi divenne moschea islamica.

Fonte Aretusa

La Fonte Aretusa è uno specchio d’acqua nell’isola di Ortigia, nella parte più antica della città siciliana, luogo di incontro tra realtà e leggenda, uno dei più bei monumenti di Siracusa.
La sua origine è lo sviluppo di uno dei tanti sfoghi della falda freatica che si trova nel siracusano, la falda che alimenta anche il fiume Ciane sul lato opposto del porto. Presenta una forma circolare doppia, con all'interno una struttura circolare, ovvero un doppio cerchio concentrico.
Nella fonte Aretusa è ambientata la leggenda di Aretusa e Alfeo, uno dei miti più affascinanti di Siracusa.


Palazzo Bellomo

Il palazzo Bellomo è un edificio del XIII-XIV secolo che ospita il Museo di Palazzo Bellomo e si trova in Ortigia, centro storico di Siracusa.
Tra le collezioni custodite nel museo vale la pena ricordare i due sarcofagi dei Governatori della Camera Reginale, Giovanni Çabastida e Giovanni Cardenas.
Nella ricca pinacoteca, si conserva l'Annunciazione di Antonello da Messina del 1474 e ottime collezioni di argenti sacri.


Castello Maniace

Il castello Maniace è uno dei più importanti monumenti del periodo svevo a Siracusa e uno tra i più bei castelli federiciani.
Nel sito in cui sorge il castello dovettero quasi certamente esistere delle fortificazioni sin dai tempi dei Greci in quanto è strategicamente importante per la difesa del Porto Grande. È pertanto credibile la tesi che nel 1038 il comandante bizantino Giorgio Maniace, da cui la fortezza prende il nome, ne abbia ordinato la ristrutturazione.
L'impianto attuale del Castello Maniace è dovuto all'imperatore Federico II di Svevia, che ne affidò la realizzazione all'architetto Riccardo da Lentini tra il 1232 e il 1239.


Teatro Greco

Il Teatro greco di Siracusa è un teatro costruito nella sua prima fase nel V secolo a.C., situato all'interno del Parco archeologico della Neapolis, sulle pendici sul lato sud del colle Temenite e rifatto nel III secolo a.C. e ancora ritrasformato in epoca romana.
In esso sembra si sia svolta l'attività teatrale del commediografo Epicarmo, dei contemporanei Formide e Deinoloco. a Siracusa Eschilo rappresentò (forse nel 456 a.C.) "Le Etnee". Anche I Persiani, già rappresentata ad Atene nel 472 a.C. dovrebbe essere stata rappresentata a Siracusa.
Ogni anno, nei mesi di Maggio e Giugno, nel teatro si svolge il ciclo delle rappresentazioni classiche in cui vengono messe in scena le antiche tragedie e commedie.

Il Mercato di Ortigia

Colorate bancarelle di frutta, verdura e pesce fresco incorniciate dal Tempio più antico di tutta la Sicilia.
Appena dentro l' Isola di Ortigia non si può mancare la visita alle bancarelle del mercato, dove i venditori descrivono i loro prodotti cantando nenie in lingua locale, con un accento buffo e folcloristico.
Qui possiamo ammirare le bancarelle colme di vivande come ortaggi, carni, latticini, legumi ma soprattutto pesci, frutti di mare e vari prodotti tipici.


Virtual Tour

visita il Grand Hotel Ortigia

Grand Hotel Ortigia

booking

Contatti

richiedi informazioni al Grand Hotel Ortigia

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.